La Croce del Papa

La Croce di Cristo Redentore dell'uomo venne rinominata "Croce del Papa" perché fu eretta per la visita a Brescia di Papa Giovanni Paolo II.

La storia

La Croce di Cristo Redentore dell'uomo venne rinominata "Croce del Papa" perché fu eretta per la visita a Brescia di Papa Giovanni Paolo II. Inizialmente la Croce venne esposta allo stadio Rigamonti di Brescia per la visita del Pontefice nel 1998. L'opera fu successivamente innalzata sul Dosso dell'Androla di Cevo nel 2005. 

Gli autori

L'autore è Enrico Job, che fu inspirato da un quadro del Velasquez. Job nasce a Napoli nel 1934 da genitori veneti. Durante la guerra la sua famiglia si trasferisce nelle campagne della Franciacorta, in provincia di Brescia, dove la madre aveva una casa.
Giovanni Gianese è l'artista che, su ispirazione di Job dà forma artistica al Cristo. Nasce a Roma nel 1928 e, dopo aver frequentato l'Accademia di Belle Arti, ha cominciato giovanissimo a lavorare nel campo delle decorazioni e dell'ornato. Nel 1955 esegue lavori in proprio: una statua commemorativa commissionata dal Governo della Liberia; a Nettuno, nel Lazio, realizza una statua in bronzo del gesuita padre Paolo Segneri. Si dedica anche all'arte sacra.  Nello spettacolo lavora con Visconti, Fellini, Zeffirelli, Wertmuller, Scorzese. Per Enrico Job in particolare ha eseguito diverse sculture nei suoi spettacoli più importanti. Nella preparazione dei bozzetti per il Cristo della Croce del Papa ha avuto la collaborazione fotografica di Gina Lollobrigida.
Gli altri collaboratori furono: 

  • Giuseppe Sbaraini che ha avuto il compito di tradurre e conciliare gli aspetti artistici dell'Autore con le esigenze tecniche e pratiche del cantiere.
  • Romolo Felice che materialmente ha costruito il Cristo su sagome in polistirolo espanso predisposte da Gianese. 
  • Caternello è il pittore che, con perizia artigianale, ha saputo dare al Cristo sembianze quanto mai veritiere di corpo inanimato.

Scheda tecnica

La croce é stata realizzata dalla ditta Moretti Interholz su disegno di Enrico Job. È una trave curva a sezione "a cassone", larga 72,50 cm e con profondità variabile dai 2 metri della base fino a 0,60 cm della cima. In legno lamellare prima e in ferro poi, si sviluppa in tre tronconi giuntati fra loto ad incastro. Raggiunge così l'altezza di oltre 30 metri, mentre in pianta occupa ben 20 metri. Il Cristo é stata realizzato ex-novo, perché quello esposto a Brescia, di materiale deteriorabile, non avrebbe resistito alle intemperie. Questo Cristo, abbozzato in polistirolo espanso, é stato diviso in quattro parti distinte: le braccia, la testa, il tronco e le gambe; smembramento necessario per permettere l'inserimento dell'armatura metallica, la traduzione in resina e il trasporto. Successivamente le cavità interne sono state riempite di poliuretano espanso per evitare deformazioni della superficie e infiltrazioni d'acqua. I colori sono stati impastati direttamente nella resina per evitarne scrostature e scolorimenti. È alto sei metri e pesa quasi sei quintali.

Contatti

Associazione Croce del Papa 0364 634118. 
La Croce si trova in via Androla 22 a Cevo, vicino al Santuario dell'Androla.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento
17 May 2021